Categorie
Documenti

Come traportare il cane in macchina

È sempre bello fare una passeggiata con il nostro amico a quattro zampe ma la cosa diventa un pochino più complicata quando dobbiamo trasportarlo con la macchina. Come dici? Stai leggendo questa guida perché vuoi sapere come trasportare il cane in macchina? Allora devo dirti che sei proprio nel posto giusto perché ti spiegherò come fare.

Spesso per un motivo o per un altro bisogna spostarsi in città con la propria auto. Per questo motivo capita molte volte che il cane non può stare da solo a casa a causa di una assenza prolungata (per esempio andare al lavoro oppure andare in vacanza) e quindi ci accompagnerà per tutto il tragitto. Ora, il trasporto di animali e regolamentato dalla legge e deve avvenire in determinati modi. Quindi, senza perdere altro tempo, andiamo a vedere come bisogna trasportare il cane in auto. Se gli animali ti appassionano così tanto puoi leggere la guida su come aprire un negozio di animali.

Come trasportare il cane in macchina: il codice della strada

Così come le persone, anche gli animali sono interessati al rispetto delle norme e sono i padroni che devono stare attenti a non trasgredire, pena delle sanzioni anche pecuniarie. Il testo per scoprire come trasportare il cane in macchina è contenuto nell’articolo 169 del Codice della strada che regolamenta il “Trasporto di persone, animali e oggeti sui veicoli a motore”. La norma è molto chiara e al comma 6 c’è scritto quanto segue.

Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell’art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.